Dati di vendita Wondermark 2011: lo streaming cresce del 101%, il download cresce del 22,4%

WondermarkWondermark ha reso noto i propri dati di vendita (download singoli e album) e streaming (ascolti) sul proprio catalogo, che ad oggi conta più di 12.000 titoli, divisi tra più di 1.600 etichette discografiche, editori ed artisti nazionali ed internazionali.

Nell’anno 2011, i servizi di streaming (tra i più popolari a nostra disposizione vi sono Rhapsody, Napster, Last.fm, Spotify, Google Music, YouTube, Rdio, Simfy,etc) hanno registrato un incremento del 101% di fatturato rispetto al 2010. Spotify da solo conta ora per più del 70% delle royalties raccolte, ma YouTube e Google Music stanno crescendo molto velocemente e si attendono i risultati provenienti da iTunes Match (non ancora attivo in molte zone coperte da iTunes).

Il totale di streaming effettuati sul catalogo Wondermark lungo il corso del 2011 è stato di oltre 2 milioni di riproduzioni.

Per quanto riguarda i download, sono stati registrati oltre 150.000 acquisti legali, di cui oltre 130.000 nel solo canale di iTunes Store, ora disponibile in 51 paesi. Crescono i dati di vendita di CD e DVD fisici e gli Mp3 venduti legalmente su Amazon.com.

Il singolo più venduto è stato “La Vita È uno Specchio” del gruppo dei Ghost (download di platino 2011 e vincitori del Wind Music Awards e brano omonimo del nuovo album), mentre l’album più venduto è stato “Madame Butterfly“, opera di Giacomo Puccini eseguita da Andrea Bocelli e Carla Maria Izzo.

Principali Notizie della Settimana

Cosa è successo recentemente in ambito di mercato digitale? (fonte HypeBot —  Wondermark NetVibes Page). Tra le novità più importanti segnaliamo:

YouTube domina ancora le statistiche di consumo video, in termini di accessi e streaming. Un fenomeno che non conosce alcun arresto.

The Orchard, principale operatore mondiale nel settore della distribuzione digitale, licenzia il 20% del personale nello stesso giorno in cui il direttore generale, Greg Scholl rassegna le sue dimissioni, operative dal prossimo 1 Novembre. Le azioni di The Orchard quotate al Nasdaq di Wall Street perdono il 12% in un solo giorno.

Twitter lancia una nuova opzione (per ora solo per invito e in fase beta) chiamata “Are you on the List”. Il motivo per questa nuova opzione è dato dal fatto che una volta che una persona inizia a seguire un numero elevato di persone, il numero di “Tweets” che può ricevere può diventare un ammasso incontrollato. Creando invece delle “Group List” seguire un numero elevato di amici, colleghi, bands e quant’altro potrà risultare molto più semplice e ordinato

FreeAllMusic.com – Un’altra azienda, mossa dalla filosofia “Scarica gratis con pubblicità” riceve importanti fondi di finanziamento per partire. Un mercato, quello della musica scaricabile tramite pubblicità, che sembra non avere ancora un riscontro globale, nonostante le molte valide idee messe in campo.

Warner Music Group riattiva i suoi contenuti all’interno di YouTube.

• L’artista e rapper americano T-Pain riesce a vendere 300.000 applicazioni iPhone, un vero record per un applicativo musicale mobile.

Warner Music Group annuncia ulteriori tagli di personale. Voci di acquisizione di EMI Music da parte della stessa Warner.

Spotify annuncia una versione “Offline” del suo servizio di streaming musicale. Diverse nuove acquisizioni di catalogo, in corso rendono sempre più appetibile questo nuovo servizio, disponibile anche su iPhone e Android.

Steve strikes again

Il lancio del nuovo MacBook Air (senza dubbio il motivo principale del Keynote di ieri), ha fatto passare quasi in sordina alcuni dati comunicati da Steve Jobs sull’andamento di iTunes Music Store e del nuovo iPhone.

Senza sorprese, lo store della mela si conferma certamente il leader nelle vendite di musica digitale (a Luglio 2007 un report IFPI ha certificato che detiene circa l’80% dell’intero mercato mondiale) e specialmente considerando che da quando esiste, esso ha totalizzato l’impressionante risultato di 4 miliardi di canzoni scaricate.

Lo scorso 25 Dicembre lo store ha segnato il record dei record segnando vendite per oltre 20 milioni di dollari, in un solo giorno.

A fronte di queste cifre da guiness, c’è da analizzare quello che sarà la strategia di Apple per il 2008. Più contenuti (si pensi al noleggio video, disponibile in Europa più tardi nel 2008), più mobilità (si pensi alle applicazioni annunciate sia per i nuovi iPod touch che per iPhone) e certamente confidiamo in una decisa presenza sul mercato in quel settore (il mobile) che ad oggi è inesistente in Italia per quanto riguarda Apple.

Vi sono numerose novità anche per quanto riguarda nuove alleanze che Wondermark stà attuando proprio in questi giorni e di cui daremo notizia prossimamente su queste pagine.