Musica in streaming in Europa: mercato acerbo o saturazione?

Music StreamingUn recente studio condotto da Nielsen e pubblicato da Midem ha diffuso dei risultati particolarmente interessanti in merito al consumo di musica in streaming nei principali territori europei, dandone un’effettiva panoramica sullo stato attuale della diffusione e del potenziale.

Analizzando mercato per mercato, i dati salienti della ricerca hanno dimostrato che:

L’Inghilterra, ovvero il più grande mercato musicale europeo, ha a disposizione 3 principali servizi di streaming musicale, ovvero Spotify, We7 e Last.fm. Il “reach” attivo, la percentuale di utenti unici attivi su Internet non è cresciuta anno su anno (ovvero un 5.2% ad Aprile 2010 ed uno stesso 5.2% ad Aprile 2011). Per mettere in prospettiva questi dati, Google è stato il brand più visitato in Uk in Aprile 2011, con un audience attiva pari all’84%, mentre un brand con equivalente reach nei servizi di streaming musicali è stato il sito del quotidiano “The Independent” (5.1% – Aprile 2011).

Analizzando i numeri del consumo di musica in streaming nel solo territorio inglese (e quindi nel principale mercato musicale europeo) si potrebbe pensare che la musica in streaming non sia ancora decollata o abbia addirittura già raggiunto un punto di saturazione.

Lo studio completo (in lingua inglese) è disponibile a questo link.