Mog

MogIn America si può contare di un numero sempre maggiore di servizi musicali che offrono l’ascolto di brani in “streaming” sull’onda di canali quali Last.fm, Pandora, MySpace Music, Rhapsody, Napster solo per citarne alcuni. Tali servizi nascono innanzitutto come social network con l’obbiettivo di connettere utenti, in base alle loro preferenze musicali e metterli in comunicazione tra di loro.

Da qualche tempo in America è nato un servizio decisamente interessante denominato “Mog” che pare andare direttamente in concorrenza con Spotify per diverse ragioni. Prima fra tutte il fatto che a differenza di Spotify il servizio di Mog permette l’ascolto di musica senza pubblicità, da un catalogo di oltre 7 milioni di brani, sia provenienti da major che da etichette indipendenti ed aggregatori principali. L’alta qualità dell’ascolto, inoltre, è un’altra delle caratteristiche di questo nuovo servizio che per il momento è fruibile soltanto negli Stati Uniti (regolamentare lo streaming in Europa è una delle questioni fondamentali su cui si scontrano questo tipo di servizi d’oltreoceano). Con Mog è quindi possibile cercare per singolo brano, per album, per artista, creare ed esplorare playlists musicali o ascoltare canali radio senza alcuna limitazione. Mog si pone l’obbiettivo di essere “Come iTunes, Pandora e Rhapsody…messi assieme” come recita l’home page del servizio.

L’intero catalogo di contenuti distribuiti da Wondermark è ora disponibile all’interno di Mog per il servizio in abbonamento.