Aggiornamento Mercato Digitale

Nel 2008 il mercato musicale europeo ha subìto un decremento complessivo in termine di valore del 6,3% (7,31 miliardi di dollari) rispetto all’ultimo anno; le vendite fisiche sono calate dell’11,3% (5,81 miliardi), mentre il digitale è volato a + 36,1% (750,8 milioni di dollari). Questi sono parte dei dati forniti da IFPI nel suo rapporto annuale. Il decremento mondiale è stato stimato nell’ordine dell’8,3% (18,4 milioni di dollari), con il fisico che è calato a 13,83 miliardi (-15,4%). Negli Stati Uniti si è calcolata una diminuzione complessiva del 18,6% (4,98 miliardi di dollari). Il settore del fisico è diminuito del 31,2% (3,14 miliardi), mentre il digitale è cresciuto del 16,5%, raggiungendo un fatturato di 1,78 miliardi di dollari. Solo il mercato asiatico può vantare il segno positivo (+1%), con l’incremento del 26% del digitale (1,06 miliardi) e una perdita del 4,9% (3,6 miliardi) per quanto riguarda il fisico. In America Latina si è registrata una perdita complessiva solo del 4,7% (518,6 milioni di dollari) con il 10,3% di decremento del fisico (430,3 milioni) e l’aumento del settore digitale del 46,6% (62,6 milioni di dollari). IFPI ha riportato inoltre il dato scorporato degli introiti delle case discografiche provenienti dai diritti amministrati dalle società di collecting, che a livello mondiale ha registrato un + 16,2% (802 milioni di dollari), negli Stati Uniti c’è stato un aumento del 133% (54,4 milioni di dollari), e in Europa si sono raggiunti i 576,1 milioni di dollari (+11,3%).