Il secondo music store al mondo? iTunes.

In un mondo dove l’utente medio può trovare illegalmente contenuti su base giornaliera, iTunes Music Store ha scalato ogni record ed è diventato il secondo posto più frequentato per l’acquisto di musica legale, appena dopo Wal-Mart (la catena di distribuzione più famosa in USA). Lo studio è stato pubblicato dall’NPD Group.

La nota casa di ricerche fà inoltre notare che circa 29 milioni di consumatori (o se preferite, il 10% di tutte le persone che acquistano musica negli Stati Uniti d’America) ha acquistato regolarmente musica attraverso servizi a pagamento e più spesso presso iTunes Music Store. Una crescita di 5 milioni di utenti in più rispetto al 2006 e che ha visto la maggioranza di vendite presso un target che và dai 36 ai 50 anni. Questo stesso segmento ha fatto segnare vendite maggiori di riproduttori Mp3, in primis l’iPod.

Dallo stesso studio condotto dalla NPD, si possono trarre altri interessanti dettagli.

Il 48% dei teenagers americani (1 su 2) lungo tutto il 2007 non ha acquistato un CD fisico: questo da imputare alla facilità con cui tramite programmi di P2P si possono scaricare contenuti gratuitamente e alla progressiva scomparsa del CD come formato di vendita.

Wireless ovunque con i palloni sonda…

(da Onemobile.it)

Si tratta dell’idea avanzata da Jerry Knoblach, CEO di Space Data, azienda americana specializzata in aerostati ad alto contenuto tecnologico.

Secondo Knoblach, i palloni sonda sarebbero la chiave per portare i servizi wireless nelle zone rurali difficilmente raggiungibili dai sistemi di comunicazione via cavo. Il lancio di un singolo pallone garantirebbe la copertura per 24 ore e costerebbe alla società, soli 30€, la commissione pagata per ciascun lancio agli agricoltori ingaggiati appositamente sul posto, per lanciare ogni 24 ore delle nuove sonde.

Se il team di lancio sarà composto dagli agricoltori di zona, il recupero della parte elettronica delle sonde, sarà affidato ad un gruppo di appassionati di hiking che, GPS alla mano, per la cifra di circa 65€ si occuperà di localizzare e recuperare il prezioso carico piovuto dal cielo.

Come abbiamo detto, il ciclo di vita dei palloni sonda si aggira attorno alle 24 ore dal momento del lancio. Trascorso questo periodo di tempo, le componenti elettroniche vengono sganciate dal pallone vero e proprio e planano fino a terra. Il destino del pallone è quello di esplodere, entro le 24 ore successive e disperdersi nell’ambiente.

Sebbene Space Data affermi che i suoi palloni sono altamente biodegradabili, tanto da paragonarli ad una foglia caduta, la dispersione del lattice di cui sono composti, nell’ambiente, lascia perplesse le associazioni animaliste, secondo le quali i resti potrebbero essere ingeriti da animali causandone la morte.

Di certo si tratta di una idea interessante e così sembrerebbe pensarla anche Google che, secondo alcune indiscrezioni, potrebbe essere interessata all’acquisto dell’intera società.

MySpace Online Store?

MySpace Logo 

Tra i vari rumors che corrono in rete c’è sicuramente spazio per il negozio online di MySpace che (stando a questi rumors) potrebbe vedere la luce tra la prima metà del 2008.Il servizio potrebbe supportare entrambi i modelli di business di vendita:Musica in streaming gratuito (con pubblicità) o il più tradizionale download in Mp3 (senza DRM).Detto questo, alcuni operatori fanno notare che in vista della causa legale esistente tra Myspace (Fox Interactive) e il gruppo Vivendi Universal (per violazione di copyright), tale servizio non riuscirà ad avere un’impatto tra i consumatori. 

iPhone il 26 Febbraio con TIM?

Secondo quanto riportato oramai da parecchi blogs, siti di rumors più o meno ufficiosi, il “melafonino” dovrebbe sbarcare finalmente in Italia entro questo mese. Sia Apple che Telecom terranno (rispettivamente a Londra e all’Eur a Roma) il prossimo 26 Febbraio un evento “a porte chiuse” ed entrambe non hanno diramato alcun tipo di dettaglio. Che le due cose siano collegate oppure no, lo si potrà scoprire molto presto.