Google Zeitgeist 2007

Google Zeitgest Logo

Come ogni anno Google pubblica la lista di parole più cercate (o a più alta crescita di popolarità) così come la lista di parole che hanno perso di popolarità sul proprio motore di ricerca.

 

I risultati vengono pubblicati qui di seguito:

 

 

Le parole che hanno avuto più veloce popolarità e più cercate (Mondo):

  1. iphone
  2. badoo
  3. facebook
  4. dailymotion
  5. webkinz
  6. youtube
  7. ebuddy
  8. second life
  9. hi5
  10. club penguin

 

 

Le parole che hanno avuto più veloce popolarità e più cercate (USA):

  1. iphone
  2. webkinz
  3. tmz
  4. transformers
  5. youtube
  6. club penguin
  7. myspace
  8. heroes
  9. facebook
  10. anna nicole smith

Le parole che hanno perso di popolarità e più velocemente scomparse (Mondo):

  1. world cup
  2. mozart
  3. fifa
  4. rebelde
  5. kazaa
  6. xanga
  7. webdetente
  8. sudoku
  9. shakira
  10. mp3

Un esaustivo report di questa classifica è disponibile qui.

Google vs ITV (e più sostanzialmente Internet vs Tv)

EIIA Logo

In UK i ricavi della raccolta pubblicitaria di Google stanno superando quelli di ITV, il principale canale televisivo commerciale britannico.

Questo indica 2 cose:

• Gli inserzionisti stanno passando da TV a Internet molto più velocemente di quanto si possa immaginare perchè:

• Molti più utenti navigano in Internet di quanto guardino la televisione.

Tale osservazione è inoltre confermata dal recente rapporto pubblicato da EIAA (European Interactive Advertising Association) e riassunto in queste cifre:

In breve

· 169 milioni di persone online in 10 paesi europei, 18.6 sono italiani

· Crescita di internauti italiani anno su anno: +12%

· Nel nostro paese il 37% dei navigatori trascorre più di 16 ore a settimana online

· 5 i giorni mediamente spesi su internet in una tipica settimana italiana

· Il 42% degli utenti Internet frequenta siti di social networking

· 8 europei su 10 usano collegamenti in banda larga. Il 73% degli utenti italiani

             
         

La banda larga salverà il pianeta

Secondo una relazione presentata dall’American Consumer Institute, l’associazione a tutela dei consumatori Usa, l’utilizzo della banda larga potrebbe ridurre drasticamente le emissioni inquinanti responsabili dell’effetto serra. Quattro le principali voci in cui si articolano i servizi che puliscono l’aria di CO2: l’e-commerce, il telelavoro, la teleconferenza e la digitalizzazione di molti beni di intrattenimento.

Se tutti usassero le connessioni veloci si eviterebbero 1 miliardo di tonnellate di emissioni nocive.

Per saperne di più a riguardo leggi questo articolo del Corriere.it

7 Digital Vs. Itunes

 

Il digital store inglese 7Digital si prepara ai saldi natalizi con una politica aggressiva sui prezzi e puntando su un vasto catalogo (3 milioni di brani) ad alta risoluzione (Mp3 320 Kbs) . Album a 5 £ e singoli brani a partire da 0,10 £ rappresentano sicuramente un forte incentivo all’acquisto online.

Leggi di più a riguardo in questo articolo di Rockol .

Arriva “Transmissions”, esibizioni live in esclusiva su MySpace

Ricorda la serie  “Unplugged” creata da MTV, si tratta infatti di contenuti prodotti dagli artisti in esclusiva per MySpace. I video delle performance live verrano poi venduti a un prezzo che sarà stabilito dall’artista.
Ad inaugurare la nuova iniziativa di MySpace sarà James Blunt che presenterà per l’occasione il suo nuovo singolo.
Per saperne di più a riguardo leggi questo articolo di Visionpost

Amazon Digital Store regala 1 miliardo di mp3

In occasione del Super Bowl lo store di mp3, lanciato a settembre 2007 da Amazon, regalerà 1 miliardo di mp3 in collaborazione con Pepsi. L’iniziativa rappresenta per Amazon un altro passo deciso verso la strada del DRM Free, seguita da altri stores come Wal-Mart in questa scelta, ha trovato l’appoggio di EMI e Universal mentre Sony- BMG e Warner si sono date del tempo per valutare la soluzione migliore.

Leggi di più a riguardo in questo articolo di Puntoinformatico .

* Aggiornamento: Lo scorso 13 Dicembre Wondermark ha siglato un accordo con Amazon per essere inclusa nella promozione sopra descritta con parte del proprio catalogo rappresentato.